Elham: “Nuotare non può essere un privilegio maschile”

Elham Asghari: campionessa di nuoto in Iran, quell’Iran dove essere donna significa non avere la stessa dignità di uomo, quell’Iran che cerca in ogni modo di ostacolare il successo di una donna, o meglio la voglia di indipendenza e libertà delle donne, il bisogno di essere vive e trattate come esseri umani e non come proprietà di qualcun’altro (normalmente uomo).

Elham nuota, non si ferma di fronte a niente, non si ferma di fronte ad un costume che pesa 6 kg, non si ferma di fronte alla polizia che la ferisce passandole sopra con una barca per fermarla, non si ferma di fronte ai divieti di nuoto in presenza degli uomini.

Elham nuota e nuota bene, stabilisce un record, poi un altro ancora, record che le vengono negati, tolti, cancellati, ma lei non si arrende, e continua a nuotare, e noi siamo qui a fare il tifo.

“Mi hanno detto di lasciar perdere, di pensare ad altro. Ma no. Questa volta io non riununcio” afferma contrariata e con un sorriso va avanti, si gira, si tuffa e riprende il suo cammino, in acqua ovviamente.
Continua a nuotare Elham, non ti fermare.

Annunci
Tagged with: , , , ,
Pubblicato su Esteri, Il dibattito sulle donne, Pari Opportunita', Scritti da Lucia Palmerini, Società

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About me

Classe 1984, nata e cresciuta a Roma, a Siena mi sono laureata in scienze economiche, sono stata con l’Erasmus in Germania, il Socrates in Francia, e con una Borsa di Studo negli USA a New York per seguire per 6 mesi il PhD in Economics; parlo italiano, inglese e tedesco, provo ad imparare l’arabo ed il portoghese.

L’Italia è il Paese in cui ho scelto di vivere per tutta la mia vita e che amo profondamente, anche se mi piacerebbe migliorarlo.

"E quest’Italia, un’Italia che c’è anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca." (O. Fallaci)

Twitter
Follow luciapalmerini on Twitter

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Galleria Fotografica
Altre foto
Blog Stats
  • 58,945 hits
Paperblog
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: