10 Sagge subito

donneAlla vigilia di un Pasqua ridimensionata da vari problemi che attanagliano il Paese, scopriamo che il nostro Paese non ha sagge, o meglio nessuna donna italiana può essere definita tale o può contribuire a migliorare il paese…

“Un comitato di soli uomini è una scelta triste e non lungimirante perché non rispecchia la società italiana”. Emma Bonino

“Mi riconosco nelle scelte del Presidente Napolitano. Trovo che le personalità scelte dal Capo dello Stato per comporre i comitati di saggi che devono selezionare le priorità programmatiche siano di primissimo livello. Peccato che nelle competenze individuate non ci siano competenze femminili. Competenze di cui l’Italia è dotata”. Valeria Fedeli, vicepresidente Pd del Senato

“Nella vicina incerta primavera del 2013 scopriamo che le sagge non esistono. I saggi, specie rara e preziosa, appartengono a un unico genere, quello maschile. Eppure Napolitano non ha mai mancato di lodare il talento femminile in politica e ha dichiarato che sarebbe tempo che fosse una donna a succedergli”. Mariella Gramaglia (giornalista)

“Come state? Io male. Nemmeno a Pasqua ci danno tregua. Dieci saggi dieci. Tutti uomini e tutti vecchi. Io non ho più pazienza. E questa volta lo devo dire: se tutte le donne fossero orgogliosamente consapevoli del loro valore, questa umiliazione non la dovremmo subire. il futuro come ho già avuto modo di dire e ripetere sarà unire le forze di GIOVANI e DONNE. Io per questo obbiettivo mi sto impegnando. Mi spiace solo, e tanto, che un Presidente uscente anziano e presumibilmente saggio, non abbia approfittato per lanciare un segnale al Paese scegliendo almeno 5 donne tra i 10 saggi. Andiamo avanti. Durissima continuare in un Paese così arretrato e misogino. Ma la ragione e la vita sono dalla nostra parte. Otterremo ciò che è giusto”. Lorella Zanardo (scrittrice e documentarista)

“E uno, e due, e tre…forse arriva al numero otto…no, e neanche al dieci. Semplicemente non c’è. Tra i saggi incaricati da Giorgio Napolitano di elaborare un mini programma comune a tutte le forze politiche non c’è nemmeno una donna. Fa impressione in un mondo in cui Obama le promuove dovunque e Merkel si autopromuove molto bene da sola. A questo punto c’è un’unica cosa che potrebbe essere persino peggiore di questa assenza: se si pensasse di aggiungere a posteriori una rappresentante femminile. Se accadesse, chiunque sia la donna alla quale viene fatta l’offerta, una prece: rifiuti”. Maria Teresa Meli (giornalista)

“Quindi, in Italia non esistono donne sagge” Alessandra Mussolini (Pdl)

Tagged with: , , , ,
Pubblicato su Economia e Lavoro, Il dibattito sulle donne, Pari Opportunita', Politica, Società

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About me

Classe 1984, nata e cresciuta a Roma, a Siena mi sono laureata in scienze economiche, sono stata con l’Erasmus in Germania, il Socrates in Francia, e con una Borsa di Studo negli USA a New York per seguire per 6 mesi il PhD in Economics; parlo italiano, inglese e tedesco, provo ad imparare l’arabo ed il portoghese.

L’Italia è il Paese in cui ho scelto di vivere per tutta la mia vita e che amo profondamente, anche se mi piacerebbe migliorarlo.

"E quest’Italia, un’Italia che c’è anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca." (O. Fallaci)

Twitter
Follow luciapalmerini on Twitter

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Galleria Fotografica
Altre foto
Blog Stats
  • 57,495 hits
Paperblog
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: