Gomme bucate, camionisti costretti a scioperare

di LUCIA PALMERINI

Striscia la Notizia lo documentava già nel 2007, nulla di nuovo quindi nelle immagini della puntata di oggi sul blocco “forzato” di molti camionisti che sono stati costretti da atti vandalici ad aderire alle proteste di loro colleghi. Ruote tranciate, valvole strappate, camion rigati e manomessi, danni notevoli per i malcapitati la cui unica intenzione era svolgere il loro lavoro proseguendo lungo l’autostrada senza fermarsi ai blocchi stradali.

Eppure anche questa volta nessuno ne parla, i telegiornali tacciono e l’unica fonte di informazione è proprio Striscia.
La polizia osserva impotente, i camionisti costretti a protestare sono fermi, ma soprattutto sono in silenzio per non subire ulteriori danni.

Ma chi si nasconderà mai dietro queste proteste incivili, fuorilegge, ingiuste e senza risultati? Magari qualcuno che vuole mostrare la sua forza in un messaggio in codice? Qualche organizzazione criminale? E per i cosiddetti forconi sarà la stessa cosa?

A pensar male si fa peccato ma ci si indovina sempre..

23 gennaio 2011

Tagged with: , , , , , , , , , ,
Pubblicato su Cronache, Economia e Lavoro, Interni, Politica, Scritti da Lucia Palmerini
One comment on “Gomme bucate, camionisti costretti a scioperare
  1. icittadiniprimaditutto scrive:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About me

Classe 1984, nata e cresciuta a Roma, a Siena mi sono laureata in scienze economiche, sono stata con l’Erasmus in Germania, il Socrates in Francia, e con una Borsa di Studo negli USA a New York per seguire per 6 mesi il PhD in Economics; parlo italiano, inglese e tedesco, provo ad imparare l’arabo ed il portoghese.

L’Italia è il Paese in cui ho scelto di vivere per tutta la mia vita e che amo profondamente, anche se mi piacerebbe migliorarlo.

"E quest’Italia, un’Italia che c’è anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca." (O. Fallaci)

Twitter
Follow luciapalmerini on Twitter

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Galleria Fotografica
Altre foto
Blog Stats
  • 57,495 hits
Paperblog
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: