Evasione fiscale in Italia

di LUCIA PALMERINI

In un interessante articolo del Corriere della Sera viene analizzata l’evasione fiscale in Italia attraverso i dati del fisco e se ne deduce che:

Il contribuente italiano, in media, evade 17 euro e 87 centesimi per ogni 100 euro di imposte versate al Fisco. Se però si escludono i redditi che non si possono evadere (lavoro dipendente, pensione, interessi su Bot e conti correnti, eccetera) la percentuale sale a ben 38 euro e 41 centesimi. Ma in certe zone questa evasione arriva a 66 euro mentre in altre scende a 10.

All’interno della somma stimata ci sono scontrini, fatture, iva ed ogni possibile evasione, e la stima evidenzia che gli italiani in media evadono un terzo dell’imposta e fino a due terzi al sud.

I dati sono forniti da Dbgeo (DataBaseGeomarket messo a punto dall’Agenzia delle Entrate), un’agenzia che permette di effettuare controlli mirati anti-evasione e che calcola l’evasione servendosi di indicatori statistici di tipo economico, sociale, finanziario, demografico  degli ultimi 10 anni  delle province italiane, che stimano il reddito e quindi le imposte. Ecco quindi che il reddito-presunto, stimato attraverso dati oggettivi di una famiglia, quali il tenore di vita, i beni posseduti, i viaggi e le vacanze, può essere comparato con il reddito-dichiarato individuando chi evade. Il rapporto tra imposta versata e imposta dovuta, considerando appunto reddito-dichiarato e reddito-presunto, è il cosidetto Tax-gap, che si attesta a livello nazionale al 38,41%. Ma l’evasione aumenta spostandoci verso sud attestandosi ad un massimo del 65,67% nel gruppo che contiene le province «difficili» di Caserta e Salerno in Campania, di Cosenza e Reggio in Calabria e di Messina in Sicilia.

L’anno scorso l’Agenzia delle Entrate ha recuperato alle casse dello Stato 11 miliardi di imposte evase, circa il 10% di tutta l’evasione stimata. Per quest’anno l’obiettivo è più ambizioso. Grazie anche a Dbgeo.

Fonte: www.corriere.it

Annunci
Tagged with: , , , , , , , , ,
Pubblicato su Economia e Lavoro, Interni, Politica, Scritti da Lucia Palmerini, Società

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About me

Classe 1984, nata e cresciuta a Roma, a Siena mi sono laureata in scienze economiche, sono stata con l’Erasmus in Germania, il Socrates in Francia, e con una Borsa di Studo negli USA a New York per seguire per 6 mesi il PhD in Economics; parlo italiano, inglese e tedesco, provo ad imparare l’arabo ed il portoghese.

L’Italia è il Paese in cui ho scelto di vivere per tutta la mia vita e che amo profondamente, anche se mi piacerebbe migliorarlo.

"E quest’Italia, un’Italia che c’è anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca." (O. Fallaci)

Twitter
Follow luciapalmerini on Twitter

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Galleria Fotografica
Altre foto
Blog Stats
  • 58,919 hits
Paperblog
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: