In piazza per la dignità delle donne

Il Confronto sulle donne e la manifestazione del 13 Febbraio

di LISA GINZBURG

Domenica prossima andrò a Piazza del Popolo a manifestare per la dignità delle donne. Ci porterò anche mia figlia, che non ha ancora compiuto due anni, perché sin da ora sappia che nascere donna è un privilegio che sempre si deve saper difendere con fierezza e fermezza.

Oltre a sancire un grande momento di unità al femminile, le iniziative per la giornata del 13 febbraio stanno assumendo anche altra portata. Si moltiplicano e speriamo avranno un’eco potente, come un boato di sdegno capace di mostrare dove l’ossigeno manca e va recuperato, spostando così, se pure di qualche grado, la direzione del vento. Ci si mobilita per ridare dignità e giustizia non soltanto alla vita delle donne, ma a quella di tutti noi, la vita degli uomini compagni di strada delle donne, quella dei bambini, le bambine, le ragazze e i ragazzi che saranno donne e uomini di domani.

Ci si mobilita perché l’atmosfera in Italia torni ad essere moralmente e umanamente un poco pulita, solidale, fresca, attraversata da pulviscoli di possibilità future. Non l’aria stantia e putrefatta che si respira nei modelli di “riuscita” che ci contornano, nei luoghi di lavoro, nelle dinamiche che presiedono praticamente a tutti i rapporti umani – con il risultato che, per quanto potentemente putrescente è la temperie, finisce con il condizionare anche le nostre vite private.

L’attrice Isabella Ferrari, una donna che conosco e stimo, intervistata su quanto sta accadendo, ha commentato: «Siamo preda di un teatrino che ci è sfuggito di mano». E’ tempo che quel teatrino cessi di essere rappresentazione artefatta e grottesca, che torni a raggiungere la realtà. Una realtà difficile, in crisi, diseguale; ma umana, fatta di donne e uomini che camminano insieme, e così crescono e si migliorano, migliorando anche, per come possono, questo malridotto Paese.

Fonte: www.ilmessaggero.it

Annunci
Tagged with: , , , , , ,
Pubblicato su Pari Opportunita', Società

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About me

Classe 1984, nata e cresciuta a Roma, a Siena mi sono laureata in scienze economiche, sono stata con l’Erasmus in Germania, il Socrates in Francia, e con una Borsa di Studo negli USA a New York per seguire per 6 mesi il PhD in Economics; parlo italiano, inglese e tedesco, provo ad imparare l’arabo ed il portoghese.

L’Italia è il Paese in cui ho scelto di vivere per tutta la mia vita e che amo profondamente, anche se mi piacerebbe migliorarlo.

"E quest’Italia, un’Italia che c’è anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca." (O. Fallaci)

Twitter
Follow luciapalmerini on Twitter

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Galleria Fotografica
Blog Stats
  • 60,562 hits
Paperblog
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: