Non nascono le bambine. Le centrali nucleari nuocciono alla salute anche quando funzionano bene

di MARIA

Già si sapeva che anche quando funzionano bene le centrali nucleari nuocciono gravemente alla salute, nel senso che nelle vicinanze degli impianti aumentano i casi di tumore e di leucemia. Ora dalla Germania arriva un ulteriore ragguaglio: nuocciono gravemente alla salute delle donne. Anzi, delle bambine. Che non nascono proprio.

E’ il risultato – in estrema sintesi . di uno studio effettuato dall’Helmholtz Zerntrum di Monaco di Baviera, un centro studi che si occupa di salute ambientale.

Chissà se la notizia sarà giunta al professor Veronesi, l’oncologo fresco di nomina alla presidenza dell’Agenzia per la sicurezza nucleare, secondo il quale gli italiani non vogliono le centrali nucleari solo perchè sono influenzati da un bombardamento di “idee disfattiste”.

Lo studio pubblicato dall’Helmholtz Zerntrum è stato effettuato da Ralf Kusmierz, Kristina Voigt e Hagen Scherb. Si intitola, nella versione inglese, “Is the human sex odds at birth distorted in the vicinity of nuclear facilities?”. Ossia: il rapporto percentuale fra neonati maschi e femmine cambia nelle vicinanze degli impianti nucleari? La risposta è sì.

Nell’arco degli ultimi 40 anni, in un raggio di 35 chilometri attorno a 31 centrali nucleari tedesche e svizzere, mancano all’appello circa 200.000 bambine. Soltanto se esse fossero venute al mondo sarebbero state rispettate le statistiche secondo le quali ogni 100 bambini nascono 105 bambine.

Gli impianti nucleari oggetto dello studio non sono mai stati teatro di incidenti rilevanti. Dunque questi effetti sono stati riscontrati quando tutto va bene. E figuriamoci quando le cose vanno male…

Infatti il medesimo studio prende in esame il sesso dei neonati negli anni seguenti all’incidente nucleare di Chernobyl (Ucraina, 1986) e ai test nucleari della Guerra Fredda. In tutti e due i casi (ma nel primo solo in Europa) è mancato all’appello un gran numero di nascite femminili.

Helmholtz Zerntrum

“Is the human sex odds at birth distorted in the vicinity of nuclear facilities?” e la presentazione del lavoro

Su Ansa Veronesi, gli italiani contrari al nucleare a causa del bombardamento di idee disfattiste

Via Sostenibile

19 Novembre 2010

Fonte: www.blogeko.it

Annunci
Pubblicato su Ambiente, Politica, Sanita' e Salute

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About me

Classe 1984, nata e cresciuta a Roma, a Siena mi sono laureata in scienze economiche, sono stata con l’Erasmus in Germania, il Socrates in Francia, e con una Borsa di Studo negli USA a New York per seguire per 6 mesi il PhD in Economics; parlo italiano, inglese e tedesco, provo ad imparare l’arabo ed il portoghese.

L’Italia è il Paese in cui ho scelto di vivere per tutta la mia vita e che amo profondamente, anche se mi piacerebbe migliorarlo.

"E quest’Italia, un’Italia che c’è anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca." (O. Fallaci)

Twitter
Follow luciapalmerini on Twitter

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Galleria Fotografica
Blog Stats
  • 61,224 hits
Paperblog
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: