La Liberta’ di Stampa ed il Diritto di Informazione

Nei giorni scorsi il TG1 di Minzolini aveva totalmente oscurato informazioni e servizi riguardanti l’inchiesta di Bari, grazie alla quale e’ venuto alla luce senza possibilita’ di essere smentito, l’harem di Berlusconi e le relative escort pagate dal premier per rapporti sessuali. In seguito alle polemiche sulla censura o black-out adottati dal direttore del TG1, Minzolini interviene direttamente nel seguente video.

Egli parla di scelta prudente per tutelare gli elettori da inutili scandali ed in particolare afferma: “dentro questa storia piena di allusioni, testimoni più o meno attendibili e rancori personali non c’è ancora una notizia certa e tantomeno un’ipotesi di reato che coinvolga il premier e i suoi collaboratori”.

In realta’ la notizia certa e’ che la procura di Bari ha accertato e verificato il giro di veline, letterine, meteorine, ESCORT, ovvero prostitute di alto borgo, che inondavano le residenze del Primo Ministro verso corrispettivo di un prezzo (ovvero tutte pagate).

Egli spiega che:

“Accade che semplici ipotesi investigative e chiacchericci si trasformino in notizie da prima pagina nella realtà virtuale dei media o per strumentalizzazioni politiche o per interessi economici. E’ avvenuto in passato, come ricorderete, quando si tentò di colpire il presidente del consiglio di allora strumentalizzando la foto che ritraeva un suo collaboratore in una situazione definita scabrosa. E’ accaduto più volte -ha continuato – in queste settimane in cui è stata messa sotto i riflettori la vita privata del premier in nome di un improvviso moralismo: abbiamo visto addirittura celebri mangiapreti vestire i panni di novelli Savonarola”. Ed aggiunge: “Queste strumentalizzazioni, questi processi mediatici, non hanno nulla a che vedere con l’informazione del servizio pubblico. Nella settimana in cui gli Stati Uniti hanno scelto le nuove regole per proteggere il risparmio nel mondo, mentre esplodeva il caso Iran, e alla vigilia del G8, sarebbe stato incomprensibile privilegiare polemiche sul gossip nazionale solo per scimmiottare qualche quotidiano o rotocalco. Questa è la linea editoriale del Tg1 che vi ho promesso, cari telespettatori, fin dal primo giorno. E che continuerò a garantirvi”.

Bisogna ricordare a Minzolini che “In democrazia nessun fatto di vita si sottrae alla politica” (Ghandi), e che in ogni caso devono essere i telespettatori a giudicare tali notizie infondate o denigratorie una volta essere stati informati.

E ad informarli toccherebbe proprio a lei caro direttore Minzolini.

Pubblicato su Interni, Politica, Scritti da Lucia Palmerini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

About me

Classe 1984, nata e cresciuta a Roma, a Siena mi sono laureata in scienze economiche, sono stata con l’Erasmus in Germania, il Socrates in Francia, e con una Borsa di Studo negli USA a New York per seguire per 6 mesi il PhD in Economics; parlo italiano, inglese e tedesco, provo ad imparare l’arabo ed il portoghese.

L’Italia è il Paese in cui ho scelto di vivere per tutta la mia vita e che amo profondamente, anche se mi piacerebbe migliorarlo.

"E quest’Italia, un’Italia che c’è anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca." (O. Fallaci)

Twitter
Follow luciapalmerini on Twitter

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Galleria Fotografica
Altre foto
Blog Stats
  • 57,495 hits
Paperblog
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: