Un’ossessione chiamata Belen

di LUCIA PALMERINI

Ebbene si diciamolo, i libri di psichiatria si arricchiscono di una nuova pagina moderna, per l’esattezza una patologia irreversibile, clinica, gravissiama che trae origine da Belen Rodriguez.

Questa ragazza sembra scatenare dei meccanismi mentali nelle donne che non ha eguali.

Così succede che un programma televisivo che non ha nulla di innovativo, nulla di strano rispetto a quello che va in onda su altri canali e la cui forza sta nella conduzione di Belen (che piaccia o meno) scateni una raccolta firme da parte di una ragazza che lo ritiene maschilista.

Mi domando cosa abbia di diverso rispetto ad altri programmi che esistono da 10 anni e che propongono lo stesso schema, ovvero una persona vestita decisamente male a confronto con degli stylist che le spiegano come valorizzare il suo corpo e le rifanno l’armadio ex-novo.

Mi domando dove sono tutti questi indignati quando vanno in onda programmi come Ma come ti vesti? (su Real Time) o Il brutto anatroccolo (su Italia 1) oppure Guardaroba perfetto (in onda su Real Time), Buccia di Banana (in onda su Lei Tv).

Forse cambiano canale.

Sembra che questa nuova patologia psichiatrica abbia contagiato circa 30 mila persone (coloro che hanno aderito alla raccolta firme) che proprio non sopportano Belen e si nascondono dietro alla battaglia per il rispetto della dignità della donna.

E quindi mi domando se invece della battaglia femminista o anti-maschilista (non so bene come inquadrarla), forse l’obiettivo non sia quello di farsi un po di pubblicità. Perché è cosa nota che tutto ciò che riguarda Belen diventa di interesse nazionale, e cosa di meglio di una raccolta firme anti-Belen per uscire dall’anonimato quotidiano?

Complimenti per l’idea, missione compiuta.

23 Aprile 2014

Tagged with: , , , , ,
Pubblicato su Il dibattito sulle donne, Pari Opportunita', Scritti da Lucia Palmerini, Società

“Io Alzo La Testa”

L’8 Febbraio a Largo Leopardi, di fronte al Bracaccio si tiene la seconda assemblea pubblica cittadina sulla rivalutazione delle rendite catastali.

In seguito all’indiscriminato ed ingiustificato, nonche’ automatico, aumento delle rendite catastali si rende necessaria un’azione comune per far valere i nostri diritti.

Il diritto di noi cittadini a non essere utilizzati come bancomat dalle istituzioni, il diritto alla proprieta’ privata continuamente attaccato da tasse e prelievi forzosi, il diritto a quella casa che a fatica ci siamo costruiti e che per l’Agenzia delle Entrate e Comune diventa un bene di lusso.

Io ci saro’ per combattere insieme contro l’indiscriminato tentativo di toglierci l’unico bene che abbiamo, la casa. Non una residenza di lusso, ma una semplice casa.

Ci vediamo sabato!

Uniti si vince.

volantino contro la rivalutazione rendite catastali

Tagged with: , , , , , , ,
Pubblicato su Economia e Lavoro, Interni, Le mie idee per Roma, Politica, Roma

Il video che commuove

Pubblicato su Foto/Immagini

2013 in review

The WordPress.com stats helper monkeys prepared a 2013 annual report for this blog.

Here’s an excerpt:

A New York City subway train holds 1,200 people. This blog was viewed about 7,200 times in 2013. If it were a NYC subway train, it would take about 6 trips to carry that many people.

Click here to see the complete report.

Pubblicato su Uncategorized

Smile without a reason why

http://www.youtube.com/watch?v=-OyXpzd6WBk

Smile, without a reason why
Love, as if you were a child
Smile, no matter what they tell you
Don’t listen to a word they say
‘Cause life is beautiful that way

Tears, a tidal-wave of tears
Light that slowly disappears
Wait, before you close the curtain
There’s still another game to play
And life is beautiful that way

 Here, in his eyes forever more
I will always be as close as you remember from before.

Now, that you’re out there on your own
Remember, what is real and what we dream is love alone.

Keep the laughter in your eyes
Soon, your long awaited prize
Well forget about our sorrow
And think about a brighter day
‘Cause life is beautiful that way

Pubblicato su Foto/Immagini

Un felice Natale

Il giorno più bello? Oggi
L’ostacolo più grande? La paura
La cosa più facile? Sbagliarsi
L’errore più grande Rinunciare
La radice di tutti i mali? L’egoismo
La distrazione migliore? Il lavoro
La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento
I migliori professionisti? I bambini
Il primo bisogno? Comunicare
La felicità più grande? Essere utili agli altri
Il mistero più grande? La morte
Il difetto peggiore? Il malumore
La persona più pericolosa? Quella che mente
Il sentimento più brutto? Il rancore
Il regalo più bello? Il perdono
Quello indispensabile? La famiglia
La rotta migliore? La via giusta
La sensazione più piacevole? La pace interiore
L’accoglienza migliore? Il sorriso
La miglior medicina? L’ottimismo
La soddisfazione più grande? Il dovere compiuto
La forza più grande? La fede
La cosa più bella del mondo? L’amore.

Madre Teresa di Calcutta

Tagged with: , , ,
Pubblicato su Poesie

Papa Francesco uomo dell’anno

Papa Francesco è stato nominato uomo dell’anno della rivista Time ed anche da The Advocate, uno dei più importanti magazine lgbt a livello internazionale.
In effetti sono oramai note le parole del papa sul tema dell’omosessualità pronunciate ai giornalisti durante il viaggio di ritorno da Rio De Janeiro a Roma:
“Se una persona è gay, e cerca il Signore e ha buona volontà, ma chi sono io per giudicare?”.
Così come sono note le posizioni su tematiche quali aborto, unioni civili e contraccettivi: “Non possiamo insistere solo sulle questioni legate ad aborto, matrimonio omosessuale e uso dei metodi contraccettivi”, che sono state seguite dalla rimozione del cardinale americano Raymond Leo Burke, prefetto della congregazione dei vescovi.
Papa Francesco è stato chiaro, non si può pensare nel 2014 di restare su un pulpito a condannare comportamenti che rientrano nella normale evoluzione della società. Le posizioni integraliste ed irremovibili non vanno d’accordo con il rinnovamento di Papa Francesco, così Burke e gli altri cardinali conservatori e moralisti vengono allontanati dalle loro funzioni per dare invece spazio a quei cardinali che puntano sulla comprensione e sulla moderazione e che evitano sermoni degni della peggiore inquisizione.

Tagged with: , , , , , , ,
Pubblicato su Politica, Scritti da Lucia Palmerini, Società
About me

Classe 1984, nata e cresciuta a Roma, a Siena mi sono laureata in scienze economiche, sono stata con l’Erasmus in Germania, il Socrates in Francia, e con una Borsa di Studo negli USA a New York per seguire per 6 mesi il PhD in Economics; parlo italiano, inglese e tedesco, provo ad imparare l’arabo ed il portoghese.

L’Italia è il Paese in cui ho scelto di vivere per tutta la mia vita e che amo profondamente, anche se mi piacerebbe migliorarlo.

Amo il confronto ed il dialogo costruttivo e non ammetto la prepotenza e l’ignoranza cercata e voluta. Da sempre sono appassionata di temi riguardanti l’economia e la politica ed attraverso questo blog spero di condividere idee ed opinioni con gli altri.

"E quest’Italia, un’Italia che c’è anche se viene zittita o irrisa o insultata, guai a chi me la tocca." (O. Fallaci)

Twitter
Follow luciapalmerini on Twitter

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Galleria Fotografica
Altre foto
Blog Stats
  • 50,178 hits
Paperblog
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 111 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: